FAIL (the browser should render some flash content, not this).

 

 

L'area di intervento è sita nel comune di Firenze loc. Soffiano tra via del Ferrone e via del Monasteraccio <visto dal satellite...>

 

Villa Strozzi a Marignolle s.r.l. ha sede legale Piazza D'Azeglio, 39 - 50121 Firenze.

Gli altri dati societari sono:

  • P. IVA        01958380972
  • Reg. Imp. Firenze n.  01958380972
  • Cap. Soc.   € 60.000,00 i.v.
  • Telefono   0574 591145
  • Fax             0574 571686
  • E-mail        villastrozzi@svit.it

Villa Strozzi a Marignolle s.r.l.

Complesso Residenziale composto da 29 appartamenti con relativi parcheggi per auto e moto e locali accessori oltre a verde condominiale e privato.

Ubicazione: Località Soffiano – Firenze – via del Ferrone e via del Monasteraccio

 

La Villa Strozzi a San Martino si inserisce come una delle ville sub urbane voluta dalla Fam. Strozzi nei primi del ‘400, ed è situata sul versante Nord della collina di Marignolle che sovrasta Soffiano ad un’altezza di circa 80 m.s.l.m. con accesso da via del Ferrone a Sud e via del Monasteraccio a Nord. L’impostazione della costruzione della Villa San Martino, concepita come blocco quadrato con un cortile interno, corrisponde alla tipologia della dimora di campagna del Quattrocento secondo uno schema rintracciabile in altre fabbriche di Michelozzo e Giuliano da Maiano. Anche la diversità nel disegno dei particolari architettonici, la semplicità e la snellezza dello slancio degli archi, sia nella loggia di ingresso che in quella opposta attualmente murata, rivelano una fantasia inventiva ed una accuratezza di esecuzione riconducibile a Michelozzo o a Giuliano da Maiano, le cui collaborazioni in quel periodo con la famiglia Strozzi risultano frequenti. Per quanto riguarda la sua storia, la ricerca storica sulla casa Strozzi Guidi a S. Maria a Soffiano condotta nel 1976 dagli architetti Del Greco e Grassi arriva alla conclusione che la villa risale ad un’ epoca non anteriore al 1427.

Una descrizione accurata della Villa ci viene fornita da un documento del XIX Secolo dell’Archivio Notarile in cui non viene menzionata l’esistenza del doppio loggiato a piano terra a conferma che la chiusura della loggia attualmente murata risale ai primi dell’Ottocento. La casa divenne importante, dato dimostrato dal fatto che vi fu offerto alloggio al Cardinale di Aquileia, Don Luigi Strozzi, parente dei proprietari; tale episodio è riportato nello stemma sulla facciata.  <continua...>

 

 
2008 © Copyright Sviluppo Italia S.p.A. P. IVA 01879620977. Privacy policy.